Comparti di gestione

Con Azimut Previdenza è possibile personalizzare il proprio piano pensionistico scegliendo tra quattro comparti. La scelta del comparto deve avvenire in funzione del numero di anni mancanti alla pensione e della propria propensione al rischio.

Più si è vicino all'età della pensione, più conviene consolidare la posizione maturata passando ad un comparto con un profilo di rischio più prudente.

5 anni alla pensione

PROFILO DI SICUREZZA:

La gestione è finalizzata a realizzare rendimenti che siano pari o superiori a quelli del TFR in un orizzonte temporale pluriennale. Tale linea investe prevalentemente in strumenti di natura obbligazionaria e monetaria; in funzione dell'andamento dei mercati finanziari può impegnare fino al 25% del patrimonio in strumenti finanziari di natura azionaria.

L'investimento in strumenti finanziari denominati in valute diverse dall'Euro non può superare il 10% del patrimonio.

L'adesione al comparto attribuisce all'aderente il diritto alla corresponsione di un importo almeno pari alla somma dei contributi versati (al netto di tutte le spese a carico dell'aderente, nonché di eventuali anticipazioni non reintegrate o importi riscattati) oltre a un rendimento minimo garantito pari al 2% annuo al verificarsi dei seguenti eventi:
- esercizio del diritto alla prestazione pensionistica
- riscatto per decesso
- riscatto per invalidità permanente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di un terzo
- riscatto per inoccupazione per un periodo superiore ai 48 mesi
- riscatto a seguito di cessazione dell'attività lavorativa che comporti l'inoccupazione per un periodo di tempo non inferiore ai 12 mesi e non superiore a 48 mesi
- anticipazione per spese sanitarie conseguenti a situazioni gravissime attinenti a sé, al coniuge o ai figli, per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche.

La garanzia del rendimento minimo in funzione delle prestazioni è erogata da Cattolica Assicurazioni.

Messaggio promozionale riguardante forme pensionistiche complementari. Prima dell'adesione leggere la Nota Informativa e il Regolamento.

LIVELLO DI RISCHIO:

Alto

+ 5 anni alla pensione

PROFILO DI SICUREZZA:

Il Comparto prevede una composizione del portafoglio principalmente orientata verso strumenti finanziari di natura obbligazionaria e monetaria. L'investimento in strumenti finanziari di natura azionaria potrà essere realizzato nel limite massimo del 15% del patrimonio.

L'investimento in strumenti finanziari denominati in valute diverse dall'Euro potrà rappresentare fino al 10% del patrimonio del comparto stesso.

LIVELLO DI RISCHIO:

Medio alto

+ 10 anni alla pensione

PROFILO DI SICUREZZA:

Il comparto punta a conseguire una composizione del portafoglio bilanciata tra strumenti finanziari di natura obbligazionaria/monetaria e strumenti finanziari di natura azionaria (in misura non superiore al 60% del patrimonio del comparto).

L'investimento in strumenti finanziari denominati in valute diverse dall'Euro non può superare il 40% del patrimonio.

LIVELLO DI RISCHIO:

Medio

+ 15 anni alla pensione

PROFILO DI SICUREZZA:

Il comparto prevede l'investimento di norma prevalentemente in titoli di capitale ma in funzione dell'andamento dei mercati può detenere anche strumenti di natura obbligazionaria e monetaria.

Il suo portafoglio può quindi essere impiegato fino al 100% in strumenti finanziari di natura azionaria.

L'investimento in strumenti finanziari denominati in valute diverse dall'Euro non può superare il 40% del patrimonio.

LIVELLO DI RISCHIO:

Medio basso

Documenti

DOCUMENTO INFORMATIVO RITA

Regolamento di Gestione 28 settembre 2018

Nota informativa per i potenziali aderenti

Modulo di adesione

Scheda dei costi

Scheda Collettività

LA MIA PENSIONE COMPLEMENTARE - VERSIONE STANDARDIZZATA

Documento sul regime fiscale

Documento sulle anticipazioni

Rendiconto Annuale Azimut Previdenza al 28 dicembre 2018